Erasmus+: pubblicati tre nuovi bandi

Nei giorni scorsi sono stati lanciati tre nuovi bandi nell’ambito di ERASMUS+, il programma UE a sostegno dei settori dell’istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport.

Il 14 ottobre è stato infatti aperto il bando EACEA/37/2016 – Cooperazione con la società civile in materia di gioventù, che offre un sostegno strutturale alle ONG europee e alle reti a livello UE che perseguono obiettivi di interesse europeo nel settore della gioventù. Il bando consentirà di erogare una sovvenzione di funzionamento di importo massimo pari a 35mila euro per la realizzazione del programma di lavoro per il 2017 di queste organizzazioni. La scadenza per la presentazione delle candidature è il29 novembre 2016.
Scheda informativa dettagliata

Successivamente è stato poi lanciato il bando EACEA/40/2016 – Partenariati IFP-imprese per lo sviluppo dell’apprendimento basato sul lavoro e l’apprendistato.Questa call punta a migliorare la qualità dell’apprendimento basato sul lavoro e delle attività di apprendistato attraverso la promozione di partenariati che coinvolgono imprese, fornitori di IFP e altri stakeholder. L’obiettivo finale è contribuire a colmare il divario tra il mondo dell’istruzione e quello delle imprese, rendere l’istruzione e la formazione più aderenti alle esigenze del mercato del lavoro e coltivare l’eccellenza. Il bando, articolato in 2 lotti, rimane aperto fino al 17 gennaio 2017.
Scheda informativa dettagliata

E’ stato invece pubblicato il 20 ottobre il bando generale 2017 di ERASMUS+ (EACEA/A03/2016). Tra le diverse call  lanciate ogni anno nel quadro di Erasmus+, si tratta certamente di quella più attesa perchè offre numerose opportunità: copre tutti i settori – istruzione, formazione, gioventù, sport – del programma e gran parte delle azioni da questo finanziate, supportando la realizzazione di un’ampia gamma di progetti e attività. Il bando dispone di un budget complessivo di oltre 2 miliardi di euro e rimane aperto per buona parte del 2017, con scadenze diverse a seconda dell’azione. Le prime deadline cadono a febbraio 2017.
Scheda informativa dettagliata